Chiese senza libertà

Di Giacinto Butindaro

Chiese senza libertà

chiese senza libertà

Avete presente quando un’occidentale si reca in un paese dove non c’è la stessa libertà di parola, di religione, di pensiero, di stampa, che c’è nel suo paese, e appena varca il confine di quel paese, dice: «Come si sente che qui non c’è la libertà che c’è nel nostro paese!»? Ebbene, la stessa cosa avviene quando un figliuolo di Dio varca la soglia di uno dei tanti locali di culto delle Chiese massonizzate, ossia controllate e influenzate dalla Massoneria: avverte immediatamente che in seno a quella Chiesa non c’è la libertà di predicare quello che predicavano gli apostoli! Sì, proprio così, perché quella Chiesa è sotto il dominio e il controllo della Massoneria che ha tolto a quella Chiesa la libertà che è in Cristo. Quindi, nessuno si illuda, la Massoneria, sì proprio la Massoneria che parla tanto di libertà religiosa, di parola e di pensiero, e di stampa, è la più acerrima nemica della libertà che è in Cristo Gesù, in quanto impone alle Chiese che si sono alleate con essa e quindi che sono sotto il suo dominio, di promuovere i principi massonici di libertà, fratellanza e uguaglianza e per fare ciò queste Chiese devono astenersi dal dire e fare certe cose che sono gradite agli occhi di Dio essendo conformi alla Parola di Dio. Adesso vi farò un elenco dei principali divieti presenti nelle Chiese massonizzate:

– vietato predicare agli uomini: ‘Ravvedetevi e credete al Vangelo’;
– vietato dire che i Mussulmani, gli Ebrei, i Buddisti, gli Induisti, i Taosti, gli Shintoisti, e tutti gli altri che non credono nel Signore Gesù Cristo quando muoiono vanno nelle fiamme dell’inferno;
– vietato dire che esiste una sola via di salvezza, ossia che per essere salvati dai peccati e dalla perdizione eterna è indispensabile credere che Gesù Cristo è morto per i nostri peccati e risuscitato a cagione della nostra giustificazione;
– vietato dunque dire che la via di salvezza insegnata dai Mussulmani, dagli Ebrei, dai Buddisti, dagli Induisti, dai Taoisti, dagli Shintoisti, dai Cattolici Romani, e da tanti altri, è una via di salvezza che illude e mena in perdizione;
– vietato condannare e confutare le false dottrine degli Ebrei, dei Mussulmani, dei Buddisti, degli Induisti, dei Cattolici Romani, nonché tutte quelle false dottrine che vengono predicate in seno alle Chiese Valdesi, Battiste, Metodiste, Presbiteriane, Pentecostali e così via;
– vietato dunque condannare e smascherare l’ecumenismo e il dialogo interreligioso;
– vietato dire che gli uomini senza Cristo sono figliuoli d’ira, perché nemici di Dio nella loro mente e nelle loro opere malvagie, e quindi hanno bisogno di ravvedersi e di credere nel Vangelo per essere riconciliati con Dio;
– vietato parlare dei figli del diavolo che a suo tempo saranno gettati nella fornace del fuoco;
– vietato condannare l’omosessualità e la fornicazione (bisogna chiamarle «libere espressioni di stili di vita»), l’adulterio, l’idolatria, la stregoneria, ed altre opere della carne
– vietato dire che gli ingiusti, i fornicatori, gl’idolatri, gli adulteri, gli effeminati, i sodomiti, i ladri, gli avari, gli ubriachi, gli oltraggiatori, i rapaci, gli omicidi, gli stregoni, i codardi, gli abominevoli, e tutti i bugiardi, non erederanno il regno di Dio, ma passeranno l’eternità nel fuoco eterno;
– vietato parlare dell’Ades, il luogo di tormento dove arde un vero fuoco dove vanno coloro che muoiono nei loro peccati, ed anche della Geenna, il luogo di tormento dove saranno gettati i peccatori quando risorgeranno che si chiama stagno ardente di fuoco e di zolfo dove essi saranno tormentati per l’eternità;
– vietato affermare che Dio è un vendicatore che punisce l’iniquità dei padri sui figli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che lo odiano, e che esercita i Suoi giudizi nella Sua Chiesa ancora oggi (mandando malattie e facendo morire ed anche in altre maniere);
– vietato esortare i santi a santificarsi trasmettendo loro i comandamenti che gli apostoli ci hanno dato per la grazia del Signore Gesù, e quindi ordinando loro quello che devono fare e quello che non devono fare;
– vietato condannare e smascherare la Massoneria, i suoi principi, e il culto e servizio che viene reso al Grande Architetto dell’Universo, che è Satana.

Se fate parte di una di queste Chiese, uscite e separatevi da essa.

«Voi siete stati riscattati a prezzo; non diventate schiavi degli uomini.» (1 Corinzi 7:23)

Chi ha orecchi da udire, oda

Fonte: http://giacintobutindaro.org/2016/05/12/chiese-senza-liberta/#comment-271898


Di Aldo Prendi

Speriamo che questo articolo faccia riflettere i nostri fratelli che sono prigionieri nelle “chiese massonizzate”, e dopo di ciò speriamo che si decidano a uscire e separarsi da quelle “chiese massonizzate”. Ah quanto bene verrà a loro se faranno questo! Io sono uscito dalle ADI, e vi posso assicurare che se uno esce dalle chiese massonizzate e rimane attaccato alla Parola e prega del continuo, ne avrà del bene. Invece se uno rimane nelle chiese massonizzate, ne avrà assai del male. Uscite fratelli, uscite, cosa state aspettando? Lo so, è vero che avete dato tanti soldi ormai ai pastori corrotti, ed è anche vero che vi dispiace uscire e abbandonare le amicizie delle ADI, ma per il Signore e per il bene dell’anima vostra va fatto. Non dice la Scrittura che il compagno degli insensati diventa cattivo? Non dice la scrittura che un po di lievito fa lievitare tutta la pasta? Cosa aspettate ancora? Non lo vedete che le chiese massonizzate stanno andando di male in peggio nel passare degli anni? Volete andare in perdizione anche voi? Volete farvi trascinare nel baratro? O pensate di essere immuni alle false dottrine? Pensate magari che siete così forti al punto che potete stare con i malvagi senza averne alcun danno? Se pensate questo, vi state illudendo.

I campioni della superbia

Di Giacinto Butindaro

I campioni della superbiasuperbia campioni

Ormai nelle Chiese abbondano coloro che se non ti dicono «Tu non sai chi sono io!», o «Io sono io, e tu non sei nessuno», te lo fanno chiaramente capire questo loro messaggio dal loro modo di parlare e atteggiarsi! Ti guardano dall’alto in basso, loro sono pieni di sé, hanno una laurea o più lauree, vantano titoli accademici di ogni genere, sono pieni della sapienza di questo mondo, quando ti parlano devi avere un dizionario con te (oggi però con uno smartphone o un tablet c’è la possibilità di consultare subito i dizionari on line!) perché usano termini non comuni che solo gli «addetti ai lavori» conoscono, i loro discorsi sono pomposi ma vuoti, e poi si vantano di avere conoscenze ad alto livello. Perché loro fanno parte dell’elite della società: quella che si raduna in luoghi che si chiamano logge massoniche! Sanno tutto loro, tu non sai proprio niente! Fanno parte di quella categoria di esseri umani che la Scrittura chiama “i campioni della superbia” (Giobbe 9:13), e che a suo tempo si curvano sotto la potente mano di Dio. I campioni della superbia infatti ci sono stati in ogni generazione, e Dio a suo tempo li ha abbassati, o scaraventati giù dal loro piedistallo. D’altronde Dio ha detto che resiste ai superbi (Giacomo 4:7), e quindi l’abbassamento dei superbi è qualcosa già decretato da Dio. Noi quindi sappiamo chi sono costoro, sono solamente dei superbi e vanagloriosi, persone stolte, che non sanno discernere il bene e il male, la destra e la sinistra, che brancola nel buio e pensa di essere nella luce. Sono persone senza sapienza, senza intelligenza, senza conoscenza! Non hanno timore di Dio, perché non conoscono Dio. Guardatevi da essi.

Fonte

Il battesimo della Chiesa Riformata non è valido

Articolo di Giacinto Butindaro contro il battesimo praticato dalla Chiesa Riformata


battesimo chiesa riformata aspersione
Immagine aggiunta da me

Ecco come praticano il battesimo nella Chiesa Riformata, cioè in una di quelle Chiese che si rifanno agli insegnamenti del riformatore Calvino. Viene praticato per aspersione ed anche ai bambini. Quindi questo battesimo non è valido.
Purtroppo Calvino, come altri riformatori, sulla forma del battesimo rimase attaccato alla tradizione papista, e per questo è da biasimare, perchè nelle Chiese protestanti (Chiese riformate, presbiteriane, e valdesi) che hanno aderito alla sua riforma ha continuato per colpa sua ad essere praticato un battesimo che non è il vero battesimo istituito da Cristo, che va ministrato solo a coloro che hanno creduto, e per immersione.

Fonte

Due avvertimenti mandati da Dio a Roselen Faccio

Articolo di Giacinto Butindaro


Due avvertimenti mandati da Dio a Roselen Faccio

roselen boerner faccio
Immagine aggiunta da me

MASSIMA ATTENZIONE. Guardate attentamente questo video a partire dal minuto 22. La Roselen Faccio sta parlando se è giusto o sbagliato per un credente farsi tatuaggi, e fa un discorso dove mescola abilmente verità e menzogna. Ma all’improvviso accadono due fatti ben precisi. Prima all’improvviso si spegne la luce, e si spegne appena finisce di dire: «Nel Nuovo Testamento non c’è un divieto al tatuaggio, però è vero, e qua dobbiamo convenire tutti, che molte persone che fanno riti o che sono ribelli, noi vediamo, non lo so, in vari della moto, quelli che dicono che Dio non esiste, molti, molti, la maggior parte delle persone ribelli, usano i tatuaggi» (min. 26:46), e poi lei prosegue dicendo: «… quindi alcuni lo fanno come atto di ribellione? sì, e allora se uno dovesse fare un tatuaggio come atto di ribellione, è completamente vietato, se la motivazione è questa. Però se una persona si facesse un …» (min. 27:10) ed ecco che l’audio del microfono va via e torna circa un minuto dopo! Notate come in ambedue le circostanze, è accaduto qualcosa di negativo proprio nel momento in cui lei ha detto delle cose per ingannare le anime. Notate che nella seconda circostanza, la sua voce è ‘sparita’ proprio quando stava per spiegare in quale caso o la ragione per cui un credente può farsi un tatuaggio («Però se una persona si facesse un»).

Un caso? Non esiste il caso, secondo quello che insegna la Parola di Dio. E difatti la tempistica è perfetta! E’ evidente quindi che Dio ha mandato degli avvertimenti alla Roselen (ma anche a chi la stava ascoltando), che con questo suo discorso non fa altro che incoraggiare i credenti a farsi dei tatuaggi (infatti lei dice che quando qualcuno le chiede se può farsi un tatuaggio lei risponde: «se proprio lo vuoi fare fallo in un posto dove non vedrà nessuno da vecchio o almeno solo uno che ti ama profondamente» min. 32:02) e quindi a contaminare o guastare il proprio corpo che è il tempio dello Spirito Santo, e quindi è santo, quando invece la volontà di Dio è che noi glorifichiamo Dio con il nostro corpo secondo che è scritto: “E non sapete voi che il vostro corpo è il tempio dello Spirito Santo che è in voi, il quale avete da Dio, e che non appartenete a voi stessi? Poiché foste comprati a prezzo; glorificate dunque Dio nel vostro corpo” (1 Corinzi 6:19-20), e che possediamo il nostro corpo in santità ed onore (1 Tessalonicesi 4:4), per cui se un Cristiano si fa dei tatuaggi addosso non fa altro che mostrare disprezzo verso il tempio dello Spirito Santo attirandosi l’ira di Dio.

CHI HA ORECCHI DA UDIRE, ODA

Giacinto Butindaro

Fonte

Giusti trattati come se stessero facendo l’opera degli empi

Scritto di Giacinto Butindaro


Giusti trattati come se stessero facendo l’opera degli empi

persecuzioni giusti

“Vi son dei giusti i quali son trattati come se avessero fatto l’opera degli empi” (Ecclesiaste 8:14).

Ho visto pure questo in mezzo al popolo di Dio. Perché avviene questo? Perché molti non amano la giustizia, disprezzano la santità, ed hanno in avversione la verità. Ed a capo di questi molti ci sono tanti pastori di Chiesa, che sono amici di questa di gente.

Per costoro mentire, diffamare, agire in maniera disonesta, frodare il proprio prossimo, corrompersi dietro le concupiscenze di questo mondo, essere doppi nel parlare e nell’operare, è come respirare, cioè è del tutto naturale. E quindi si cercano, e difatti stanno bene assieme. Ed assieme naturalmente fanno la guerra a quelli che invece temono Dio e osservano i suoi comandamenti, e li considerano come persone empie e settarie, che stanno cercando di distruggere o dividere la Chiesa, e quindi sono da ammonire e allontanare subito.

Sono due gruppi di persone che a livello spirituale si sentono lontano l’un dall’altro. Ciò che li divide è il timore di Dio: infatti i primi non ce l’hanno mentre i secondi sì, e quindi i primi sono insensati, mentre i secondi sono savi di cuore.

E’ vero che il primo gruppo è più numeroso, ma questo poco importa. La verità, la giustizia, e la santità non hanno mai avuto la maggioranza dalla loro parte. Meglio essere tra i pochi, ma approvati da Dio, anziché tra i tanti e disapprovati da Dio.

Chi ha orecchi da udire oda.

Giacinto Butindaro

Fonte